shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0,00
View Cart Check Out

News

LAVORARE SUL PROTOCOLLO

Il punto della situazione in casa Portuali Ancona è toccato al team manager Simone Rosi che, con la solita razionalità, ha raccontato in modo preciso l’attualità che si sta vivendo tra i Dockers ma che, di fatto, accomuna tantissime altre realtà di Promozione e non solo:

“Il posticipo credo sia inevitabile per la situazione che si è venuta a creare. Ci sono tanti positivi in ogni ambito, figurarsi in uno spogliatoio quanta difficoltà ci sarebbe nel mantenersi distanziati. Detto questo l’importante è ricominciare ma in sicurezza in modo da poter andare poi avanti spediti. Bisogna lavorare sul protocollo, ridurre effettivamente i tempi per chi si negativizza per rifare la visita medica e tornare in campo. Gli attuali 30 giorni sono troppi, si è parlato di 7 giorni ma devono ancora essere ufficializzati. Sarebbe un primo passo importante. Come società stiamo sollecitando i ragazzi al rispetto e all’attenzione delle regole, speriamo di poter ritrovare la regolarità”.

 

Ufficio stampa Portuali Calcio Ancona