Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

IL BILANCIO ESTIVO DEL DS

LA CILIEGINA SI CHIAMA RIPANTI
30 Luglio 2019
LA PAROLA AL PRESIDENTE
5 Agosto 2019

L’ ASD Portuali Calcio Ancona che si presenterà ai nastri di partenza della Prima Categoria 2019-2020 è una squadra rinnovata rispetto alla passata stagione. Il mercato in casa Dockers ha portato tante novità che, come confermato anche dalle parole del DS Giacomo Caimmi, adesso dovranno essere plasmate sul campo:

Sono molto soddisfatto della rosa a disposizione – spiega il direttore sportivo – Penso che siamo molto ben coperti in tutte le zone del campo. La zona dove si è operato maggiormente è quella mediana dove sono rimasti solamente due giocatori dello scorso anno. Nel mercato abbiamo usato una regola base e cioè quella di mettere prima la persona, sempre. Poi se sa anche giocare a calcio non guasta“.

Tanti arrivi, come detto, anche dalle categorie superiori: “Sono soddisfatto di tutti gli acquisti fatti. Ci sono giocatori come Andrea Savini che ripagano un lavoro iniziato tempo prima, altri come Giampieri e Mascambruni avevano situazioni complicate con i club che ne detenevano i cartellini ed è stato fondamentale avere il supporto della società che mi ha permesso di andare avanti fidandosi delle mie scelte. Quali trattative condotte mi rendono più felice?  Se deve scegliere dico quella per portare con noi Lazzarini e Rinaldi dalla Castelfrettese che hanno scelto di seguirmi nonostante tutto quello che è successo lo scorso anno. Vuol dire aver acquisito credibilità ai loro occhi e questo mi rende orgoglioso. Ci tengo a dire che chi ha sposato questo progetto lo ha fatto alle nostre condizioni, senza aver fatto spese folli“.

Adesso la parola più difficile passerà al campo, giudice supremo: “Ad oggi non siamo niente, solo un ammasso di buoni giocatori e buoni propositi. Pensiamo prima a diventare squadra visto che abbiamo cambiato metà rosa, poi una volta amalgamati ci daremo degli obiettivi. Ricordiamoci da dove veniamo, cioè da una salvezza ai playout. Il campionato sarà durissimo, dal 2012 è il più difficile che ricordi perchè ci sono quattro, cinque squadre più attrezzate di noi e dovremmo essere bravi a cercare di inserirci tra queste“.

Un sogno? “Rivedere in campo Michele Lucarini a Monserra il prima possibile. Magari contro i Portuali, sarebbe bellissimo”.

 

Ufficio Stampa Portuali Calcio Ancona